18 ottobre 2014

Succede che hai appena acquistato un nuovo Smartphone, in particolare un LG G3.
Succede che apri Chrome e inizi a navigare con la connessione dati, visto che hai una promozione che prevede un traffico di 2GB al mese.
Succede che ti vengono addebitati 4€.

Chiami il 190 di Vodafone e ti viene detto che lo Smartphone non è configurato a Internet. *musica triste*
Ti viene inviato dall'assistenza clienti un messaggio che ti aiuta a configurare lo Smartphone, ma le istruzioni non coincidono con il menu Impostazioni dell'LG G3. *epic fail*
LG G3 Vodafone

Ed eccomi qui, dunque, per venire in vostro soccorso e spiegarvi come ho fatto io a configurare il mio LG G3 per l'invio di MMS e Internet.
Per prima cosa rechiamoci in IMPOSTAZIONI, nella scheda RETI.
Tappiamo su Tethering & Reti, poi su Reti Mobili.

Attiviamo la connessione dati, mettendo il flag nell'apposita casella, poi tappiamo su Nomi punti di accesso.
Se esistono già tre voci (Accesso a Internet da cellulare, MMS Vodafone, Tethering Internet) controllate solo che gli APN scritti sotto siano quelli indicati nell'SMS che vi è stato mandato dalla Vodafone (lo Smartphone è già configurato), altrimenti procedete.

INTERNET
Tocchiamo sui tre pallini in alto a destra, poi su Nuovo APN.
In nome scriviamo "Accessi a Internet da cellulare", in APN scriviamo "mobile.vodafone.it" (o quello che vi è stato inviato nell'SMS dalla Vodafone).

Lasciamo "Non Impostato" a tutte le voci fino a Porta MMS.
Impostiamo MCC a 222, MNC a 10 e modifichiamo Protocollo APN e Protocollo roaming APN, scrivendo in entrambi "IPv4".
Fatto ciò abbiamo configurato l'LG G3 per Internet. Torniamo indietro.

MMS
Tocchiamo di nuovo sui tre pallini e scegliamo ancora Nuovo APN.
Nel nome scriviamo "MMS Vodafone", in APN scriviamo "mms.vodafone.it" (o quello che vi è stato inviato nell'SMS dalla Vodafone).
Lasciamo "Non Impostato" a tutte le voci fino a Password.

In MMSC scriviamo "http://mms.vodafone.it/servlets/mms", in Proxy MMS scriviamo "10.128.224.10"m in porta MMS scriviamo "80", impostiamo MCC a 222, MNC a 10, in Tipo APN scriviamo "mms" e modifichiamo Protocollo APN e Protocollo roaming APN, scrivendo in entrambi "IPv4".
Fatto ciò abbiamo configurato l'LG G3 per l'invio di MMS. Torniamo indietro.

TETHERING
Tocchiamo per l'ultima volta sui tre pallini e scegliamo ancora Nuovo APN.
In nome scriviamo "Tethering Internet", in APN scriviamo "web.omnitel.it".
Lasciamo "Non Impostato" a tutte le voci fino a Porta MMS.

Impostiamo MCC a 222, MNC a 10, in Tipo APN scriviamo "dun" e modifichiamo Protocollo APN e Protocollo roaming APN, scrivendo in entrambi "IPv4".
Fatto ciò abbiamo configurato l'LG G3 per il Tethering, possiamo chiudere le Impostazioni.
Continua a leggere »
17 ottobre 2014

Non molto tempo fa vi parlammo delle probabili caratteristiche (perlopiù rumors) di due nuovi dispositivi made in Google: lo Smartphone (in realtà Phablet) Nexus 6 e il tablet Nexus 9.

Ebbene oggi, schede tecniche ufficiali alla mano, vi illustro le differenze tra le caratteristiche in precedenza elencate e le reali schede tecniche dei due nuovi device.

Partiamo dal Nexus 6, smentendo il nome Nexus X e confermando la collaborazione con Motorola.
Il display, purtroppo (ma son gusti) è di 5,96 pollici. Un vero e proprio phablet che, a differenza del diretto concorrente Note 4, non è dotato di penna capacitiva. Confermato il QHD. La fotocamera posteriore sarà accompagnata da un dual Flash LED. A differenza di quanto vociferato c'è l'HDR.

La batteria è di 3220 mAh.
La fotocamera frontale è di 2,1 Megapixel (non di 2, notizia bomba!).
Molto probabilmente monterà sin dall'uscita Android 5.0 Lollipop.

Nexus 6 e Nexus 9
Passiamo a Nexus 9. Il tablet HTC-Google è dotato di un display IPS LCD da 8,9 pollici QHD (o quasi, 2048x1536px). La fotocamera posteriore è di 8 Megapixel e registra video in Full HD. Il processore Nvidia Tegra k1, accompagnato dalla GPU Kepler DX1, ha un clock di 2,3 GHz.
La RAM è di 2GB, lo spessore molto contenuto: solo 8 millimetri.

Veniamo ora ai prezzi.
Il nexus 6 sarà disponibile in 2 versioni: da 32GB, a 569€, e da 64GB, a 649€.
Il nexus 9 avrà addirittura 3 versioni: da 16GB (solo Wi-Fi), a 399€, da 32GB (solo Wi-Fi), a 489€, e da 32GB (LTE), a 569€.

Questi ultimi non sono ufficiali ma, fino ad ora, i rumors riguardanti questi due device ci sono andati molto vicini.
Continua a leggere »
16 ottobre 2014

Oggi vi parlerò per la prima volta (di tante, si spera) di modding per l'LG G3 D855 (in questo caso la guida è valida anche per la variante coreana).
Nella fattispecie vi spiegherò come ottenere i permessi di root con il metodo più veloce che io conosca, ovvero StumpRoot.

Prima di iniziare faccio un paio di precisazioni:
1- ottenere i permessi di root potrebbe arrecare danni al dispositivo se l'utente non è esperto (o almeno recidivo). Sia io che lo staff di genialFactory prescindiamo da ogni responsabilità.;
2-
StumpRoot LG G3+
questa guida non è valida per le versioni software V10L o successive.

Detto ciò proseguiamo.
Innanzitutto scarichiamo StumpRoot e installiamolo sul nostro LG G3 (se non riuscite ad installarlo andate in Impostazioni-Sicurezza e mettete il flag a Origini Sconosciute).

Fatto ciò apriamolo e tappiamo su GRIND (non fate caso alla musichetta, a parer mio molto irritante).
A questo punto il dispositivo si riavvierà un paio di volte: al termine dei riavvii disinstallate StumpRoot e scaricate SuperSU.

Et voilà, il gioco è fatto.
Se volete, scaricate Root Checker e verificate l'esito del procedimento.

A breve spiegherò come ottenere i permessi di root tramite ADB e Purpledrake.
Continua a leggere »
27 settembre 2014

La serie Nexus è molto amata dagli androidiani puri, che amano Android Stock e prediligono il mondo del modding.
Una notizia che tempo fa ha fatto scalpore è stata l'annuncio di un tablet: il Nexus 9.
Per il momento si tratta perlopiù di rumors ma, come sappiamo, quando più fonti concordano su uno stesso dato, forse un po' di verità c'è.

Come prima cosa, eccovi la foto di questo splendido Nexus 9 (non ufficiale), realizzato da Google in collaborazione con Htc:

Nexus 9 - HTC Volantis

Vista la foto del nuovo tablet marchiato Nexus, andiamo subito ad osservare le caratteristiche tecniche (ripeto che per ora sono solo dei rumors).
Il diplay dovrebbe essere di 8,9 pollici, con una risoluzione di 2560x1600 (WQXGA) e una densità di pixel pari a 281ppi.

La fotocamera posteriore dovrebbe avere un obiettivo a tubo di 16Mpx resistente ad immersione a profondità maggiore di un metro, controllabile da remoto con Bluetooth o Wi-Fi, o un semplice obbiettivo da 8Mpx, mentre quella frontale dovrebbe essere di 3Mpx.

Il sistema operativo di lancio sarà sicuramente Android L, che verrà fatto girare da un processore Nvidia Tegra K1 con architettura a 64bit, con un clock di 2,5GHz e GPU Kepler di 192 nuclei.
La memoria ROM dovrebbe essere di 16/32 GB, accompagnata da 2GB o addirittura 4GB di RAM.

Non si sa ancora molto altro e le notizie per ora trapelate potrebbero non essere veritiere.
L'uscita, secondo le fonti più accreditate, dovrebbe essere fissata per una data compresa tra il 16 e il 25 ottobre.
Sul prezzo non si sa nulla, in quanto dipende molto dai materiali che verranno impiegati.
Continua a leggere »

Cosa sono i PPI?
Risoluzione DisplayCome molti di voi già sapranno i PPI (pixel per inch, ovvero pixel per pollice) servono a misurare la risoluzione di un display: quanti più ce ne sono più è alta la densità di pixel, più il display è risoluto.

E, invece, cosa sono i DPI?
In termini di misurazione della densità di pixel di un display, sono la stessa cosa dei PPI.
Infatti DPI sta per dots per inch, ovvero punti per pollice.

Oggi vi spiego come misurare i PPI (o DPI) di un display con una semplice formula matematica.

Per x2 si intende il numero di pixel che ci sono in una riga orizzontale elevati al quadrato, mentre per y2 si intende il numero di pixel che ci sono in una colonna verticale elevati al quadrato. P, invece, indica il numero di pollici del display.


Riportiamo un esempio (il caso del Nexus 4):






Nel caso in cui il display sia un AMOLED (o superAMOLED), alla formula si aggiunge *2/3, in quanto in questo tipo di display i pixel condivono un subpixel.

Fonte delle immagini: TuttoAndroid.net
Continua a leggere »
26 settembre 2014

Scegliere GPU
Uno dei pezzi più importanti per un PC da gaming, è sicuramente la scheda video. La scheda video deve prima di tutto essere dedicata e quindi non integrata nel processore (non garantiscono buone prestazioni in gioco), ma quale scegliere?

Ci sono tantissime GPU sul mercato ma quale di esse farà al nostro caso? Prima di tutto dovete, come ho detto nel mio ultimo post, pensare a cosa giocherete e quanti FPS (fotogrammi per secondo) volete raggiungere in quel determinato gioco. Sicuramente uno dei giochi più pesanti su PC è "Battlefield 4" e per reggerlo in Full HD non basterà una scheda da 80€ ma dovrete passare a tutt'altra sezione.

NOTA: UNA SCHEDA VIDEO NON BASTA PER GARANTIRE TANTI "FPS" IN GIOCO, DEVE ESSERE AFFIANCATA A PEZZI DI ALTA QUALITA'

Io propongo una scheda video Nvidia, sono molto performanti, danno ottime prestazioni in gioco anche durante le sessioni più stressanti e sopratutto possiamo utilizzare "ShadowPlay" (Funzione offerta da Nvidia per poter registrare le proprie sessioni di gioco perdendo un paio di frame rispetto ad alcuni programmi come Fraps che ci tolgono 10-15 frame). La Nvidia ha molte schede video, per i nuovi del campo e per i veterani, e sopratutto si differenziano per prestazioni e prezzo.

Per i nuovi arrivati e per quelli che dispongono un budget limitato propongo una "Nvidia GeForce GTX 750TI", la scheda video viene venduta a circa 120€ e dispone di:
Scegliere GPU- 640 Cuda Core
- 1020 MHz con il clock di base
- 1085 MHz con il boost
- 2GB DDR5
- Interfaccia memoria 128 bit
- PhysX
- 3D Vision
- DirectX 11.2
- Supporto del bus "PCI-E 3.0"
- Massima risoluzione digitale "4096x2160"
- Massima risoluzione analogica "2048x1536"


E consuma un massimo di 60w, ma deve avere un'alimentazione minima di 300w.
I suoi connettori multimediali sono:
- Mini HDMI
- Dual Link DVI-D
- Dual Link DVI-I

Questa scheda video garantisce abbastanza FPS in gioco (circa 25 su Battlefield 4 con qualità Full HD ed impostazioni ad ultra)


Per i gamer che dispongono di un budget più ampio, io posso consigliare una "Nvidia GeForce GTX 660" che viene venduta d un prezzo di circa 150€.
Questa scheda video è molto più stabile della precedente che vi ho proposto e garantisce alcuni di FPS in più.
Dispone di:
Scegliere GPU- 960 Cuda Core
- 980 MHz con il clock di base
- 1033 MHz con il boost
- 2GB DDR5
- Interfaccia memoria 192-bit
- Pronta per SLI
- Purevideo
- 3D Vision
- PhysX
- DirectX 11
- Supporto del bus "PCI-E 3.0"
- Massima risoluzione digitale "4096x2160"
- Massima risoluzione analogica "2048x1536"
- Connettore di alimentazione a 6-pin


Consuma 140w ma necessita di un'alimentazione minima di 450w.

I suoi connettori multimediali sono:
- HDMI
- Dual Link DVI-I
- DisplayPort
- Dual Link DVI-D

La GeForce GTX 660 garantisce circa 35-39 FPS su Battlefield 4 con qualità Full HD ed impostazioni ad ultra.


E qui saliamo ad tutt'altro livello sia di prezzo sia in prestazioni, possiamo assegnare la classe "ALTA" questa scheda video.
Sto parlando della "Nvidia GeForce GTX 760", questo mostriciattolo degli hardware assicura eccellenti prestazioni in gioco ma costa circa 220€-230€.
Questo Hardware dispone di:
Scegliere GPU- 1152 Cuda Core
- 980 MHz con il clock di base
- 1033 MHz con il boost
- 2GB DDR5
- Interfaccia memoria 256-bit
- Pronta per SLI
- Purevideo
- 3D Vision
- PhysX
- DirectX 11
- Supporto del bus "PCI-E 3.0"
- Massima risoluzione digitale "4096x2160"
- Massima risoluzione analogica "2048x1536"
- Connettore di alimentazione 6-pin x2

Consuma 170w ma necessita di un'alimentazione minima di 500w

I suoi connettori multimediali sono:
- DisplayPort
- Dual Link DVI-I
- HDMI
- Dual Link DVI-D

Questa GTX 760 assicura 50-60 FPS su Battlefield 4 con qualità Full HD ed impostazioni ad ultra.


Davanti a noi si presenta a questo punto la "Nvidia GeForce GTX 770", è una delle migliori schede video in circolazione ed assicura una stabilità alta e prestazioni in gioco eccezionali.
Purtroppo migliore è sinonimo di costi maggiori ma sicuramente non ve ne pentirete dopo averla provata sul vostro PC.
Il prezzo di questa scheda video è di, all'incirca, 270€.
Questa scheda video dispone di:
Scegliere GPU- 1536 Cuda Core
- 1046 MHz con il clock di base
- 1085 MHz con il boost
- 2GB DDR5
- FXAA
- TXAA
- Interfaccia memoria 256-bit
- Pronta per SLI
- Purevideo
- 3D Vision
- PhysX
- DirectX 11
- Supporto del bus "PCI-E 3.0"
- Massima risoluzione digitale "4096x2160"
- Massima risoluzione analogica "2048x1536"
- Connettore di alimentazione 6-pin e 8-pin


Consuma 230w ma necessita un'alimentazione minima di 600w

I suoi connettori multimediali sono:
- Dual Link DVI-D
- Dual Link DVI-I
- HDMI
- DisplayPort

Questa scheda video, giocando a Battlefield 4, rende all'incirca 70-75 FPS con qualità Full HD ed impostazioni ad ultra.


Dopo la GTX 770 sbuca fuori la "Nvidia GeForce GTX 780" con performance da paura. Questa scheda video è pensata per gli Hardcore Gamers, non è una GPU per tutti sopratutto guardando il prezzo che è di 500€.
Scegliere GPUSecondo noi è la migliore GPU dopo la Nvidia GeForce GTX 980 (da poco rilasciata).
La GTX 780 dispone di:
- 2304 Cuda Core
- 863 MHz con il clock di base
- 900 MHz con il boost
- 3GB DDR5
- FXAA
- TXAA
- Interfaccia memoria 385-bit
- Pronta per SLI
- Purevideo
- 3D Vision
- PhysX
- DirectX 11
- Supporto del bus "PCI-E 3.0"
- Massima risoluzione digitale "4096x2160"
- Massima risoluzione analogica "2048x1536"
- Connettore di alimentazione 6-pin e 8-pin


Questa GTX 780 consuma 250w ma necessita di un'alimentazione minima di 600w

I suoi connettori multimediali sono:
- Dual Link DVI-D
- Dual Link DVI-I
- HDMI
- DisplayPort

Questa scheda video assicura 82 FPS su Battlefield 4 con Full HD ed settaggi ad ultra

Per ultima la "Nvidia GeForce GTX 980". Secondo Nvidia questa è la scheda grafica più veloce ed avanzata nel mondo, e noi siamo qui per presentarla a voi appassionati del PC Gaming.
Questa GPU è sicuramente molto costosa, circa 650€, ma rispetto alla GTX 780 e migliorata in prestazioni ed in consumi! I suoi consumi sono scesi vertiginosamente rispetto alla precedente ma riesce comunque ad elaborare qualità grafiche migliori, non perdiamoci in chiacchiere e passiamo subito ai dettagli tecnici:
Scegliere GPU- 2048 Cuda Core
- 1126 MHz con il clock di base
- 1216 MHz con il boost
- 4GB DDR5
- FXAA
- TXAA
- Interfaccia memoria 256-bit
- Pronta per un quadruplo SLI
- Purevideo
- 3D Vision
- PhysX
- DirectX 12
- Supporto del bus "PCI-E 3.0"
- Massima risoluzione digitale "4096x2160"
- Massima risoluzione analogica "2048x1536"
- Connettore di alimentazione 6-pin x2


La Nvidia GeForce GTX 980 consuma 165w ma necessita un'alimentazione minima di 500w.

I suoi connettori multimediali sono:
- DisplayPort
- Dual Link DVI-I
- HDMI

La GTX 980 sfodera ben 62 FPS ma a 1440p e con impostazioni ad ultra, e circa 95-100 FPS con 1080P ed impostazioni ad ultra


Dopo avervi elencato le varie schede video che noi riteniamo ottime per un PC da Gaming, vi riepiloghiamo un po tutto.
Sicuramente dovrete valutare bene il budget quando andrete ad assemblare un PC, non vi consigliamo assolutamente di spendere di meno sul processore per poi andare a scegliere una GPU migliore... Potrebbe capitarvi che il vostro processore non sia in grado di gestire tale potenza e quindi vi ritroverete una scheda video inutilizzabile.
Io personalmente ritengo che una Nvidia GTX 760 sia perfetta per un piccolo upgrade del proprio PC de disponete di qualche serie più vecchia, ad esempio la serie 600, 500 o 400, dato che non costa molto e garantisce sicuramente un ottimo "qualità - prezzo".

Se invece avete vinto al lotto e quindi disponete di un budget illimitato, vi consiglio la GTX 980.
O come la definisce Nvidia: "GeForce® GTX™ 980 è la scheda grafica più veloce e più avanzata del mondo."

Le informazioni sulle GPU, escludendo i benchmark, sono state prese dal sito www.Nvidia.it
I benchmark sono stati presi da vari siti e quindi non possiamo garantirvi gli stessi risultati, ma vi consigliamo, prima di acquistare una GPU, di cercare molti gameplay e recensioni come questa da noi proposta.
Continua a leggere »
22 settembre 2014

Sicuramente molti di voi, se non tutti, già conosceranno eBay, uno dei siti di compravendita On-Line più conosciuti dell'universo (ma di moda soprattutto sulla Terra).
Oggi siamo qui a parlarvi di una nuova iniziativa dell'azienda statunitense, le collezioni.

Allora vi domanderete: a cosa servono le collezioni?
Le collezioni sono delle raccolte personali, che ognuno può creare e condividere con la community di eBay, rendendo l'esperienza utente più coinvolgente e originale.
eBay

In questo modo ogni utente può navigare nelle collezioni altrui, cercando quella più interessante, magari acquistandone anche uno o più oggetti.

A parer mio è una funzione molto originale, che aggiunge al Marketplace un tocco di innovazione.
In questo modo il creatore della collezione può essere raggiunto da utenti che condividono i suoi stessi interessi, e di conseguenza stimolare l'acquisto dei propri prodotti.
Le collezioni possono essere seguite dagli utenti, dando così modo al creatore della stessa di apprezzarne i risultati.
Oltre a seguire le varie collezioni, si ha la possibilità di condividerle sui principali Social Network.

Il loro funzionamento è molto semplice, basta infatti cliccare su Aggiungi alla collezione nella schermata del prodotto e scegliere in quale collezione aggiungere lo stesso (con la possbilità di creare nuove collezioni).

Non serve essere degli esperti venditori, basta semplicemente avere buon gusto e consigliare i prodotti che più hanno attirato la nostra attenzione, quelli che vorremmo fossero nostri.

Noi della genialFactory abbiamo già testato questa nuova funzione, creando 10 collezioni, che vanno dagli Smartphone Android che preferiamo (e la lista è veramente lunga), alle Pen Drive che riteniamo più creative e bizzarre.

Gli smartphone hanno ormai preso il sopravvento e quindi quale miglior collezione da consigliare a tutti i nostri lettori che vogliono cambiare il proprio con uno molto più performante ed economico.
Con le Pen Drive ci siamo sbizzarriti e siamo stati noi in prima persona sorpresi di quante ce ne siano nello store di eBay.

Le collezioni che più ci hanno colpito sono "I tecnomaniaci", creata dai ragazzi (o dalle ragazze) di monclick-italia e "Gamer Essentials", da nick_wz, ovviamente per il tema (informatica , gaming e mobile), ma anche per la varietà di oggetti e la creatività.

Il tema che abbiamo scelto per collezioni che abbiamo creato è l'elettronica.
Abbiamo creato soprattutto collezioni di informatica e di gaming, dato che questo è il campo in cui operiamo.

Fonte delle immagini: sito eBay

Articolo Sponsorizzato
Continua a leggere »
20 settembre 2014

Combo Gaming
Sicuramente se siete qui vuol dire che state cercando una tastiera e mouse da gaming. Gli store online danno certamente una vasta gamma di prodotti, ma quale scegliere?

Il problema principale di un utente medio è il prezzo, dato che non si vuole spendere troppo ma avere allo stesso tempo prestazioni ottime in qualsiasi ambito. Ci sono tastiere e mouse da 20€ e da 150€, se non di più, ma dovete pensare prima di tutto a cosa dovete giocare e per quante ore.

Se dovete giocare a giochi come Minecraft vi basteranno 10€, ma se dovete giocare a Titanfall, Battlefield, Call Of Duty, etc... Non vi basteranno più quelli, dato che avrete bisogno di attrezzi molto più solidi e resistenti (per eventuali pugni su di essi).

Il sito della Cooler Master ha un arsenale da mostrare ma mi ha colpito particolarmente una combo, sto parlando del Kit Devastator. Questo Kit è sicuramente abbordabile per tutti gli utenti, costa solamente 30€, e da agli utenti una tastiera retroilluminata, di rosso o blu, ed anche un mouse illuminato. Purtroppo l'unica pecca è che la tastiera è a membrana, ma è sicuramente comprensibile per il prezzo a cui viene venduta.

Ho avuto modo di provare la tastiera in questione, il rumore dei tasti è simile a quello di una tastiera meccanica (simile, non uguale) ma molto più silenziosa e ci vuole una forza maggiore per innescare il circuito che porta il segnale al PC. Di sera il rosso della retroilluminazione può dare un po fastidio, dato che è molto forte e non regolabile. Sulla parte superiore abbiamo alcuni dei tanti tasti che ci semplificano la vita come: il testo "STOP", il tasto "PLAY e PAUSA", "AVANTI E INDIETRO", e per ultimi i tasti per regolare l'audio.

Il mouse non dispone di molte features ma secondo me questo è un pregio dato che non avremo troppi tasti e quindi il "touch and feel" sara migliore. I pochi tasti in più sono quelli laterali (disposti alla sinistra) con cui possiamo andare avanti o in dietro di una pagina, se navighiamo sul web, possiamo cambiare armi o altro (dipende dalla situazione) e poi troviamo un piccolo tasto posto dietro alla rotellina presente sulla parte superiore del mouse.
Combo GamingQuesto piccolo tasto servirà a regolare i DPI, ma avremo solo 3 opzioni: 1000 – 1600 – 2000

In conclusione questo kit Devastator proposto dalla Cooler Master si presenta molto bello, ergonomico e sopratutto accessibile a tutti i gamer che hanno da poco incominciato a giocare su PC.
Continua a leggere »