27 ottobre 2014

Andando avanti nel tempo, gli Smartphone stanno subendo un incremento notevole delle dimensioni del display (basti pensare ai 6" di Nexus 6), toccando e superando anche ampiamente le diagonali dei Phablet.
FlexMultiWindowModAnche LG con il suo G3 non ha fatto eccezione, presentando una diagonale di 5,5".

Con queste dimensioni determinate attività vengono agevolate, tra cui il multitasking.
In particolare l'LG G3 presenta una funzione integrata nativamente nella ROM, ovvero Dual Window.
Purtroppo, però, questa presenta delle restrizioni: solo poche app, infatti, possono godere del vantaggio di poter essere utilizzate in contemporanea a delle altre.

Siamo qui a presentare una soluzione a questo problema, ma serviranno i permessi di root.
La soluzione di cui parliamo consiste in un'app, ovvero FlexMultiWindowMod.

Il suo utilizzo è semplicissimo: basterà installarla, aprirla e scegliere quali app, oltre a quelle già presenti, visualizzare nel menu Dual Window, per poi cliccare su APPLY.
Dopo il riavvio potrete già tastare con mano i risultati.
Continua a leggere »
25 ottobre 2014

Root LG G3 ADB
La scorsa volta scrissi un post su come ottenere i permessi di root su LG G3 tramite StumpRoot.
Il metodo, però, non è più funzionante per le versioni software V10L e successive.
Quindi rieccomi qui, a spiegarvi come ottenere i permessi di root tramite ADB e PurpleDrake.

Questi metodi possono sembrare più complicati ma, in realtà, se si eseguono tutti i passi con calma, la procedura si rivela molto semplice.
Ma non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo.

ADB
Prima di cominciare scaricate i file dll e copiateli in questo percorso del vostro PC: C:\Windows\System32.

Ora scaricate il file Purpledrake, poi aprite il prompt dei comandi (Menu Start - Esegui - cmd).
Fatto ciò estraete il contenuto dell'archivio RAR Purpledrake sul desktop.

Nel prompt dei comandi digitate: cd [spazio] (trascinate nel prompt la cartella assets, presente nella cartella che avete estratto dall'archivio). Poi premete invio.
A questo punto collegate il vostro LG G3 in modalità DEBUG (assicuratevi prima di avere i driver di LG installati sul vostro PC).

Digitate nel prompt i seguenti comandi (quando c'è scritto invio significa che dovete premere... invio):
adb reboot --bnr_recovery [invio]
adb push start_restore /temp/start_restore [invio]
adb push permaroot.bin /temp/start_restore [invio]
adb reboot [invio]

Ed ecco fatto, avete i permessi di amministratore del vostro dispositivo!
Passiamo ora al Purpledrake.

Purpledrake
Scaricate il file Purpledrake, estraete purpledrake_windows.bat ed eseguitelo.
Trenta secondi e... fatto, avete i permessi di amministratore del vostro dispositivo!
Continua a leggere »
24 ottobre 2014

Ed eccoci qui, a parlarvi ancora di root e delle cose che si possono fare se si hanno i permessi di amministratore del proprio dispositivo.
Sul Play Store si possono trovare vari icon pack, che si possono scaricare ed installare anche senza permessi di root.
Il problema, però, è che per installarli bisogna avere un launcher alternativo (come Nova o Apex).

Android L IconsPer chi non vuole cambiare launcher, per non perdere determinati privilegi del launcher stock (ad esempio funzioni come il Knock), ma vuole rinnovare il proprio pacchetto icone, i permessi di root e il framework Xposed sono necessari.

Infatti il modo per cambiare l'icon pack richiede un modulo per Xposed, ovvero xSuite.
Una volta attivato il modulo e riavviato il device, il funzionamento è semplicissimo.

Basterà infatti selezionare un app', tappare su ON alla seconda voce e decidere il percorso in cui abbiamo salvato l'icona.
Se vi piace un launcher del PlayStore, o di qualsiasi altro market, vi basterà scaricarlo e, con un gestore file come Root Explorer, estrarre le immagini, salvate di solito nella cartella res dell'apk.
Continua a leggere »
18 ottobre 2014

Succede che hai appena acquistato un nuovo Smartphone, in particolare un LG G3.
Succede che apri Chrome e inizi a navigare con la connessione dati, visto che hai una promozione che prevede un traffico di 2GB al mese.
Succede che ti vengono addebitati 4€.

Chiami il 190 di Vodafone e ti viene detto che lo Smartphone non è configurato a Internet. *musica triste*
Ti viene inviato dall'assistenza clienti un messaggio che ti aiuta a configurare lo Smartphone, ma le istruzioni non coincidono con il menu Impostazioni dell'LG G3. *epic fail*
LG G3 Vodafone

Ed eccomi qui, dunque, per venire in vostro soccorso e spiegarvi come ho fatto io a configurare il mio LG G3 per l'invio di MMS e Internet.
Per prima cosa rechiamoci in IMPOSTAZIONI, nella scheda RETI.
Tappiamo su Tethering & Reti, poi su Reti Mobili.

Attiviamo la connessione dati, mettendo il flag nell'apposita casella, poi tappiamo su Nomi punti di accesso.
Se esistono già tre voci (Accesso a Internet da cellulare, MMS Vodafone, Tethering Internet) controllate solo che gli APN scritti sotto siano quelli indicati nell'SMS che vi è stato mandato dalla Vodafone (lo Smartphone è già configurato), altrimenti procedete.

INTERNET
Tocchiamo sui tre pallini in alto a destra, poi su Nuovo APN.
In nome scriviamo "Accessi a Internet da cellulare", in APN scriviamo "mobile.vodafone.it" (o quello che vi è stato inviato nell'SMS dalla Vodafone).

Lasciamo "Non Impostato" a tutte le voci fino a Porta MMS.
Impostiamo MCC a 222, MNC a 10 e modifichiamo Protocollo APN e Protocollo roaming APN, scrivendo in entrambi "IPv4".
Fatto ciò abbiamo configurato l'LG G3 per Internet. Torniamo indietro.

MMS
Tocchiamo di nuovo sui tre pallini e scegliamo ancora Nuovo APN.
Nel nome scriviamo "MMS Vodafone", in APN scriviamo "mms.vodafone.it" (o quello che vi è stato inviato nell'SMS dalla Vodafone).
Lasciamo "Non Impostato" a tutte le voci fino a Password.

In MMSC scriviamo "http://mms.vodafone.it/servlets/mms", in Proxy MMS scriviamo "10.128.224.10"m in porta MMS scriviamo "80", impostiamo MCC a 222, MNC a 10, in Tipo APN scriviamo "mms" e modifichiamo Protocollo APN e Protocollo roaming APN, scrivendo in entrambi "IPv4".
Fatto ciò abbiamo configurato l'LG G3 per l'invio di MMS. Torniamo indietro.

TETHERING
Tocchiamo per l'ultima volta sui tre pallini e scegliamo ancora Nuovo APN.
In nome scriviamo "Tethering Internet", in APN scriviamo "web.omnitel.it".
Lasciamo "Non Impostato" a tutte le voci fino a Porta MMS.

Impostiamo MCC a 222, MNC a 10, in Tipo APN scriviamo "dun" e modifichiamo Protocollo APN e Protocollo roaming APN, scrivendo in entrambi "IPv4".
Fatto ciò abbiamo configurato l'LG G3 per il Tethering, possiamo chiudere le Impostazioni.
Continua a leggere »
17 ottobre 2014

Non molto tempo fa vi parlammo delle probabili caratteristiche (perlopiù rumors) di due nuovi dispositivi made in Google: lo Smartphone (in realtà Phablet) Nexus 6 e il tablet Nexus 9.

Ebbene oggi, schede tecniche ufficiali alla mano, vi illustro le differenze tra le caratteristiche in precedenza elencate e le reali schede tecniche dei due nuovi device.

Partiamo dal Nexus 6, smentendo il nome Nexus X e confermando la collaborazione con Motorola.
Il display, purtroppo (ma son gusti) è di 5,96 pollici. Un vero e proprio phablet che, a differenza del diretto concorrente Note 4, non è dotato di penna capacitiva. Confermato il QHD. La fotocamera posteriore sarà accompagnata da un dual Flash LED. A differenza di quanto vociferato c'è l'HDR.

La batteria è di 3220 mAh.
La fotocamera frontale è di 2,1 Megapixel (non di 2, notizia bomba!).
Molto probabilmente monterà sin dall'uscita Android 5.0 Lollipop.

Nexus 6 e Nexus 9
Passiamo a Nexus 9. Il tablet HTC-Google è dotato di un display IPS LCD da 8,9 pollici QHD (o quasi, 2048x1536px). La fotocamera posteriore è di 8 Megapixel e registra video in Full HD. Il processore Nvidia Tegra k1, accompagnato dalla GPU Kepler DX1, ha un clock di 2,3 GHz.
La RAM è di 2GB, lo spessore molto contenuto: solo 8 millimetri.

Veniamo ora ai prezzi.
Il nexus 6 sarà disponibile in 2 versioni: da 32GB, a 569€, e da 64GB, a 649€.
Il nexus 9 avrà addirittura 3 versioni: da 16GB (solo Wi-Fi), a 399€, da 32GB (solo Wi-Fi), a 489€, e da 32GB (LTE), a 569€.

Questi ultimi non sono ufficiali ma, fino ad ora, i rumors riguardanti questi due device ci sono andati molto vicini.
Continua a leggere »
16 ottobre 2014

Oggi vi parlerò per la prima volta (di tante, si spera) di modding per l'LG G3 D855 (in questo caso la guida è valida anche per la variante coreana).
Nella fattispecie vi spiegherò come ottenere i permessi di root con il metodo più veloce che io conosca, ovvero StumpRoot.

Prima di iniziare faccio un paio di precisazioni:
1- ottenere i permessi di root potrebbe arrecare danni al dispositivo se l'utente non è esperto (o almeno recidivo). Sia io che lo staff di genialFactory prescindiamo da ogni responsabilità.;
2-
StumpRoot LG G3+
questa guida non è valida per le versioni software V10L o successive.

Detto ciò proseguiamo.
Innanzitutto scarichiamo StumpRoot e installiamolo sul nostro LG G3 (se non riuscite ad installarlo andate in Impostazioni-Sicurezza e mettete il flag a Origini Sconosciute).

Fatto ciò apriamolo e tappiamo su GRIND (non fate caso alla musichetta, a parer mio molto irritante).
A questo punto il dispositivo si riavvierà un paio di volte: al termine dei riavvii disinstallate StumpRoot e scaricate SuperSU.

Et voilà, il gioco è fatto.
Se volete, scaricate Root Checker e verificate l'esito del procedimento.

Hai già aggiornato il tuo LG G3 alla versione software V10L? Scopri come ottenere i permessi di root tramite ADB e Purpledrake.
Continua a leggere »
27 settembre 2014

La serie Nexus è molto amata dagli androidiani puri, che amano Android Stock e prediligono il mondo del modding.
Una notizia che tempo fa ha fatto scalpore è stata l'annuncio di un tablet: il Nexus 9.
Per il momento si tratta perlopiù di rumors ma, come sappiamo, quando più fonti concordano su uno stesso dato, forse un po' di verità c'è.

Come prima cosa, eccovi la foto di questo splendido Nexus 9 (non ufficiale), realizzato da Google in collaborazione con Htc:

Nexus 9 - HTC Volantis

Vista la foto del nuovo tablet marchiato Nexus, andiamo subito ad osservare le caratteristiche tecniche (ripeto che per ora sono solo dei rumors).
Il diplay dovrebbe essere di 8,9 pollici, con una risoluzione di 2560x1600 (WQXGA) e una densità di pixel pari a 281ppi.

La fotocamera posteriore dovrebbe avere un obiettivo a tubo di 16Mpx resistente ad immersione a profondità maggiore di un metro, controllabile da remoto con Bluetooth o Wi-Fi, o un semplice obbiettivo da 8Mpx, mentre quella frontale dovrebbe essere di 3Mpx.

Il sistema operativo di lancio sarà sicuramente Android L, che verrà fatto girare da un processore Nvidia Tegra K1 con architettura a 64bit, con un clock di 2,5GHz e GPU Kepler di 192 nuclei.
La memoria ROM dovrebbe essere di 16/32 GB, accompagnata da 2GB o addirittura 4GB di RAM.

Non si sa ancora molto altro e le notizie per ora trapelate potrebbero non essere veritiere.
L'uscita, secondo le fonti più accreditate, dovrebbe essere fissata per una data compresa tra il 16 e il 25 ottobre.
Sul prezzo non si sa nulla, in quanto dipende molto dai materiali che verranno impiegati.
Continua a leggere »

Cosa sono i PPI?
Risoluzione DisplayCome molti di voi già sapranno i PPI (pixel per inch, ovvero pixel per pollice) servono a misurare la risoluzione di un display: quanti più ce ne sono più è alta la densità di pixel, più il display è risoluto.

E, invece, cosa sono i DPI?
In termini di misurazione della densità di pixel di un display, sono la stessa cosa dei PPI.
Infatti DPI sta per dots per inch, ovvero punti per pollice.

Oggi vi spiego come misurare i PPI (o DPI) di un display con una semplice formula matematica.

Per x2 si intende il numero di pixel che ci sono in una riga orizzontale elevati al quadrato, mentre per y2 si intende il numero di pixel che ci sono in una colonna verticale elevati al quadrato. P, invece, indica il numero di pollici del display.


Riportiamo un esempio (il caso del Nexus 4):






Nel caso in cui il display sia un AMOLED (o superAMOLED), alla formula si aggiunge *2/3, in quanto in questo tipo di display i pixel condivono un subpixel.

Fonte delle immagini: TuttoAndroid.net
Continua a leggere »